Blog aggiornato settimanalmente. Per inserire un commento cliccare sul titolo del Post e se si preferisce si può lasciare il proprio indirizzo e-mail. La mia e-mail è: blogger.culturale@gmail.com



E' Natale. Il MiBAC finanzia il "Viaggio dei Re Magi"


E-mail this post



Remember me (?)



All personal information that you provide here will be governed by the Privacy Policy of Blogger.com. More...



Adorazione dei Magi - Perugino

Circa un mese fa il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha approvato l'elenco dei Comitati Nazionali Celebrativi che riceveranno fondi per celebrare importanti avvenimenti storico-culturali e ricordare i maggiori esponenti della cultura italiana. I finanziamenti di circa 6,7 mln di euro sono stati distributi a 45 Comitati di cui 16 esistenti e 29 di nuova costituzione.
La Consulta è l'organo tecnico del Ministero che ha il compito di gestire il programma dei fondi istituito dalla legge legge 17 ottobre 1996, n. 534.

L'elenco dei comitati finanziati è ASSURDO.
Ecco alcuni esempi di erogazioni:
- 250 mila euro al Comitato Nazionale per il V centenario della fondazione della Basilica di S. Pietro;
- 150 mila mila euro al Comitato Nazionale " La Scienza nel Mezzogiorno dall'Unità d'Italia a oggi"
- 150 mila euro al Comitato Nazionale per il IV centenario della nascita della Beata Giovanna Maria Bonomo;
- 150 mila euro al Comitato Nazionale per il IV centenario dell'invenzione del cannocchiale di Galileo Galilei;
- 100 mila euro per il Comitato Nazionale " Viaggio dei Re Magi".
E qui mi fermo.

Poco importa se i soldi destinati alla cultura vengono tagliati ogni anno.
I fondi del MiBAC, nel periodo 2001 -2005, sono passati dallo 0,61% allo 0,45%. In 5 anni il FUS si è ridotto da 516 mln di euro a 377 mln di euro.

Invece di finanziare tali assurdità con 6,7 mln di euro si potevano:
- assumere 100 persone per 4 anni da destinare alla soprintendenze;
- acquistare 4000 PC e rinnovare l'obsoleto parco tecnologico del MiBAC;
- finanziare diversi interventi di restauro;
- finanziare una decina di progetti di valorizzazione.

Dal canto loro i tre Magi, contattati via cellulare satellitare, si sono mostrati molto felici del contributo ricevuto e hanno deciso di deviare verso via del Collegio Romano per ringraziare direttamente il ministro Rocco Buttiglione.
Grazie a questi contributi i tre Magi hanno potuto sostituire i loro cammelli e acquistare nuovi doni per il Bambinello.

Gaspare arriverà con la nuova Punto e porterà in dono la PlayStation 2 della Sony.

Melchiorre, giungendo con la Citroen C3, offrirà il nuovo profumo di Dolce e Gabbana.

Mentre nella piccola e spaziosa Chevrolet Kalos, Baldassarre avrà il cofano pieno di iPOD da regalare ai pastorelli e per Nostro Signore è riservato un moderno smartphone Nokia 6630, tecnologia UMTS, dotato del software di navigazione Tomtom utile per il prossimo viaggio in Egitto.




5 Responses to “E' Natale. Il MiBAC finanzia il "Viaggio dei Re Magi"”

  1. Anonymous Sara 

    E' Natale. L'Italia pensa alla Domus Aurea appena crollata. Nel maxi emendamento del Governo alla Finanziaria del 2006 spuntano poi anche i fondi per mettere in sicurezza i Musei e per ristrutturare per la Domus Aurea. La previsione di spesa è di 4 milioni di euro, che possono essere spesi in 15 anni, che potranno essere utilizzati per ''interventi per il restauro e la sicurezza di musei, archivi e biblioteche di interesse storico, nonche' per gli interventi di restauro della Domus Aurea''.

  2. Anonymous Sara 

    E' Natale. La chiesa di S.Agostino nel centro di Roma è stata chiusa e dichiarata inagibile dai vigili del fuoco per rischio crolli.

  3. Anonymous f 

    x

  4. Anonymous Leo 

    Beh, prima di dare un giudizio sui progetti (comitati e non), io mi accerterei delle intenzioni dei singoli interventi. E' semplice dire bene culturale = chiesa, castello, il bel dipinto chiuso nel museo. Più difficile è identificare come bene culturale le nostre tradizioni, le manifestazioni popolari, e tutto ciò che vi ruota attorno. In particolare mi ha colpito l'esempio del viaggio dei Magi: la cavalcata dei Magi era un evento particolarmente caro ai Medici di Firenze tanto da aver lasciato segno in capolavori di Gentile da Fabriano, Benozzo Gozzoli, Botticelli. Con questo non voglio certo diminuire l'importanza dei problemi che affliggono la nostra Italia a cominciare dall'organizzazione delle Soprintendenze e della perdita quotidiana di "beni culturali"; volevo solo invitarti ad una riflessione più profonda e ad un giudizio meno frettoloso, valutando volta per volta i singoli casi. Buonaserata,
    Leonardo - Bari.

  5. Anonymous Leo 

    Beh, prima di dare un giudizio sui progetti (comitati e non), io mi accerterei delle intenzioni dei singoli interventi. E' semplice dire bene culturale = chiesa, castello, il bel dipinto chiuso nel museo. Più difficile è identificare come bene culturale le nostre tradizioni, le manifestazioni popolari, e tutto ciò che vi ruota attorno. In particolare mi ha colpito l'esempio del viaggio dei Magi: la cavalcata dei Magi era un evento particolarmente caro ai Medici di Firenze tanto da aver lasciato segno in capolavori di Gentile da Fabriano, Benozzo Gozzoli, Botticelli. Con questo non voglio certo diminuire l'importanza dei problemi che affliggono la nostra Italia a cominciare dall'organizzazione delle Soprintendenze e della perdita quotidiana di "beni culturali"; volevo solo invitarti ad una riflessione più profonda e ad un giudizio meno frettoloso, valutando volta per volta i singoli casi. Buonaserata,
    Leonardo - Bari.

Leave a Reply

      Convert to boldConvert to italicConvert to link

 


Profilo

  • Nome: Blogger Culturale
  • Stato: Italia
  • Ho visitato il mio primo sito culturale all'età di 8 anni insieme ai miei genitori. Era il Colosseo e ne rimasi affascinato. Da allora non ho mai smesso di visitare monumenti. Ad un certo punto della mia vita ho deciso di trasformare questa mia passione in un lavoro. Mi sono iscritto ad un corso di laurea in management dei beni culturali laureandomi con il massimo dei voti. Da più di un anno lavoro nel settore culturale collezionando successi e delusioni. Essendo a contatto con diversi operatori mi sono fatto un'idea precisa. La gestione dei beni culturali, salvo pochi casi, versa in una condizione disastrosa. La mancanza di risorse, gli sprechi assurdi, le carenze organizzative e la presenza di persone incompetenti fanno si che il nostro patrimonio sia spesso mal gestito e sfruttato. In questo blog vorrei parlare liberamente di tutte le cose che non condivido e che avrei voglia di cambiare. Spero un giorno di poter essere un buon amministratore e di contribuire alla valorizzazione del nostro patrimonio o, per dirla alla maniera di P. Daverio, della nostra eredità culturale.
  • My profile

Previous posts

Archives

Links


ATOM 0.3


Top 100 Italia di BlogItalia.it e Technorati